Il salvaparola—màmma.

 
 
 

màmma s. f. [lat. mamma; cfr. anche il gr. μάμμα, μάμμη] Madre. È voce del linguaggio familiare e di tono affettuoso, usata perciò di regola come vocativo (maaaamma, dove stanno i calzini?), o quando si parla della madre con i familiari o gli amici intimi, nel quale caso può avere o non avere l’articolo (mamma è andata a lavoro o la mamma tornerà stanca ma troverà tempo di stare con me); vuole sempre l’articolo quando è preceduta da aggettivo possessivo (la mia mamma è la più bella), mentre l’uso o l’esclusione dell’articolo dopo preposizione dipende da preferenze regionali: chiedi alla mamma; vai da/lla mamma se vuoi un consiglio; esco con (la) mamma; è sempre senza articolo quando ha valore indeterminato, in espressioni quali: amore di mamma, cuore di mamma.

fonte (con libera interpretazione): treccani.it


 

E per questo Salvaparola non servono perché.
Solo un grande, grandissimo, grazie.

mamma_citazione

Accadrà molte volte che tu ti senta come se avessi fallito,
ma negli occhi, nel cuore e nella mente del tuo bambino…
tu sei
(sempre!) una super mamma.

 


 COS’È IL SALVAPAROLA?

Commenti

commenti

 

Lascia un commento