“Le Stanze del Vetro” e la cerimonia del tè.

 
 

Il nostro Shigeru ci segnala che…


 

Prendiamo un tè?
Glass tea House Mondrian
@fondazionegiorgiocini

Glass-tea-house-CG_final-680x300

 

Fino al 30 novembre, presso la Fondazione Giorgio Cini nell’isola di San Giorgio Maggiore (Venezia), è possibile visitare il padiglione temporaneo dell’artista Hiroshi Sugimoto, ispirato alla tradizionale cerimonia del tè giapponese e prendere parte agli eventi organizzati dalla fondazione nell’ambito del progetto culturale “Le Stanze del Vetro”.

Progettata dall’artista per essere modesta e aperta alla natura, la casa del tè è un cubo di vetro sospeso sull’acqua di una vasca rifinita in mosaico a cui si accede attraversandone la superficie tramite un percorso irregolare su blocchi di pietra.
Nasce come edificio temporaneo, inserendosi in uno spazio aperto altrimenti non utilizzato per esprimere la necessità di equilibrio tra artificio architettonico e ambiente naturale, tra chiuso e aperto, confondendo tra di loro i termini coinvolti. Visitarlo riporta nei confini regolari dell’architettura giapponese, non solo per il recinto ispirato al santuario di Ise e per il percorso esterno in legno, ma per l’idea di contemplazione che avvicina il padiglione alla ritualità della cerimonia del tè (tutti gli utensili impiegati nel rito sono stati disegnati da Sugimoto e realizzati da artigiani di Kyoto).

La visita guidata è gratuita previo contatto e-mail (artsystem@artsystem.it) ma nei prossimi giorni segnaliamo le cerimonie del tè in presenza del maestro So’oku Sen della Mushanokoji Senke Tea School di Kyoto, durante le quali è possibile partecipare direttamente (al mattino) o assistere al rituale (nel pomeriggio).

 

teaceremonybehavior

 

Sabato 9 maggio:
10:00, 10:30 – cerimonia del tè (massimo 15 partecipanti)
18:00, 18:30, 19:00 – performance dell’artista (massimo 30 partecipanti)
Domenica 10 maggio:
10:00, 10:30 – cerimonia del tè (massimo 15 partecipanti)
11:30, 18:00, 18:30, 19:00 – performance dell’artista (massimo 30 partecipanti)
(prenotazioni a rsvp@pentagram.org indicando il giorno e l’ora della cerimonia a cui si intende assistere).

Come arrivare?
Dalle fermate del vaporetto San Zaccaria, Ferrovia (45 minuti), Piazzale Roma (40 minuti) e Tronchetto, linea Actv 2, fermata San Giorgio.

Che cos’è San Giorgio Maggiore?
L’isola che si vede da Piazza San Marco su cui sorge l’Abbazia di San Giorgio, dominata dalla riconoscibilissima facciata bianca della chiesa: per chi intendesse visitarla, la fondazione Cini ne ha recuperato moltissimi spazi per ospitarvi eventi culturali, mostre e biblioteche.

Commenti

commenti

 

Lascia un commento