Digressione

Consigli d’inchiostro (13) e domino letterario—“Cassandra”.

 
 
 

Cos’è il Domino Letterario? È un gioco, principalmente. E un’opportunità in più per spaziare con la fantasia. Clarissa, di Questione di Libri, ci ha parlato di quest’iniziativa nata tra le booktubers italiane e ci ha coinvolto in un’esperienza simile.
E ormai siamo alla seconda… edizione!
(Qui per il primo giro.)

Funziona così: stilata una lista delle partecipanti, la prima sceglie un libro e la seconda fa lo stesso ispirandosi alla precedente; in base a cosa? Copertina, autore, casa editrice… a suo gusto!

Le blogger e i blogger che partecipano sono:

Sara, Parliamo di Libri
Rosalba, di La Rapunzel dei Libri
Serena, di Libri che Porto con Me
Caterina, Lettere d’Inchiostro
Clarissa, di Questione di Libri
Virginia, Le Recensioni della Libraia
Simona, di Salotto dei libri
Luigi, di Everpop
Gemma, di OltreYume
Deb, di Leggendo Romance
Ale, di Leggere è un modo di volare senz’ali
Sara, di Ladra di libri

 

E noi – che seguiamo a Luigi che ha letto Reflections di Kasie West – abbiamo scelto Cassandra di Christa Wolf; perché? Per legame tematico e il rapporto che le protagoniste hanno con il… futuro.
Curiosi? Leggete di più:

Continue reading “Consigli d’inchiostro (13) e domino letterario—“Cassandra”.” »

 
Digressione

Consigli d’inchiostro (12) e domino letterario—“Fernweh”.

 
 
 

Cos’è il Domino Letterario? È un gioco, principalmente. E un’opportunità in più per spaziare con la fantasia. Clarissa, di Questione di Libri, ci ha parlato di quest’iniziativa nata tra le booktubers italiane e ci ha coinvolto in un’esperienza simile.

Funziona così: stilata una lista delle partecipanti, la prima sceglie un libro e la seconda fa lo stesso ispirandosi alla precedente; in base a cosa? Copertina, autore, casa editrice… a suo gusto!

Le blogger che partecipano sono:

Deb, di Leggendo Romance
Elisa, di Devilishly Stylish
Simona, di Salotto dei libri
Sara, Parliamo di Libri
Caterina, Lettere d’Inchiostro
Gemma, di OltreYume
Clarissa, di Questione di Libri
Serena, di Libri che Porto con Me
Virginia, Le Recensioni della Libraia

E noi – che seguiamo a Caterina che ha scelto The Heir di Kiera Cass – abbiamo letto Fernweh di Chiara Zanini; perché? Per similarità di genere (si tratta di romanzi distopici).
Curiosi? Leggete di più:

Continue reading “Consigli d’inchiostro (12) e domino letterario—“Fernweh”.” »

 
Digressione

Consigli d’inchiostro (11)—“Ogni tuo silenzio”.

 
 
 

C’è un’intimità senza tempo, in questo libro. Inesausta, testarda, quasi rarefatta; è come il paese in cui Emilia si rifugia, impegnandosi a costruire se stessa. Non sembra un caso, allora, che trovi lavoro da una fioraia e in una libreria: la natura e i libri come panacea a tutti i mali.
Emilia è un’anima gentile che ha qualcosa di rotto, profondamente leso. Aris è un artigiano e il fatto di aggiustare le cose, di creare da capo, ce l’ha per destino. Che succede, però, se anche colui che crea possiede qualcosa di così fragile da costringerlo al silenzio?

S’incontrano con semplicità: è ovvio che debbano trovarsi, proprio loro che comunicano oltre le parole. I loro silenzi coincidono. Sono due anime sole, strapazzate dagli eventi, eppure vengono dipinti in modo ben diverso dalla funerea disperazione di certi personaggi; li piaga una tristezza nostalgica, che li lascia innocenti. Continue reading “Consigli d’inchiostro (11)—“Ogni tuo silenzio”.” »

 
Digressione

Consigli d’inchiostro (10)—“La Chiave di Poseidone”.

 

 

Interrotto finalmente il digiuno di letture (perché mi succede così: settimane intere tra le pagine e poi improvviso ripudio), sono capitata per caso sulla trama di La Chiave di Poseidone. Copio fedelmente, così come l’ho letta:

“Damian è il Principe dei guerrieri, capo dell’esercito degli Dei dell’Olimpo. È un assassino gelido e implacabile, abituato ad eseguire gli ordini senza porsi troppe domande. Ma la sua vita è destinata a cambiare completamente, quando gli viene affidata lei. Sofia è una ragazza intelligente, curiosa, che non conosce niente del suo mondo. Lei è la Chiave di Poseidone, l’unica che può aprire la gabbia dei Titani e permettere ad Ade di riconquistare i Regni del Cielo e del Mare.
Damian non immagina neppure quanto sarà difficile proteggerla: come un uragano, Sofia sconvolgerà la sua intera esistenza, costringendolo a fare i conti con quel passato che lo tormenta ormai da dieci anni.”

In tutta onestà, non l’avrei comprato. Ero dubbiosa, ma un’intuizione mi ha costretto a scorrere l’estratto, con l’intenzione di farmi un’idea e poi lasciar stare. Non fosse che… non ci sono riuscita! Non riuscivo a smettere – quindi grazie, Thalia Mars, per l’insonnia – e l’ho letto tutto d’un fiato.

Non è stata la trama in sé ad attrarmi (anche se ho un debole per le rivisitazioni della mitologia, lo ammetto) ma l’ironia che filtra in ogni singola riga; nella narrazione c’è un equilibrio tale che, tolti gli aspetti ovviamente inverosimili, il libro traspira realismo. Soprattutto i dialoghi, com’è raro, mi hanno convinto: diretti, affatto edulcorati, e spesso sorprendenti.

La gestione della trama, in andirivieni di ricordi e sprazzi di passato, rende impossibile annoiarsi; manca la stasi, semplicemente. E quest’aspetto si conferma nella scelta del taglio generale: è il primo libro di una saga eppure non prosegue con gli stessi protagonisti, quindi La Chiave di Poseidone ha una fine ben precisa, senza che gli eventi vengano stiracchiati per sfuggire alla ritrosia di dire addio ai personaggi.

(Anche se un po’ mi spiace perché Sofia è la mia eroina:

“E va bene; un po’ di palestra forse non le avrebbe fatto male, ma (…) non sembrare un fuscello quando si guardava di lato non poteva essere una buona motivazione per mangiare il cibo retrocalorico della sua coinquilina.”)

Consigliato a chi non sa rinunciare alle storie d’amore e al contempo è disposto a dissacrare qualche luogo comune. Lo zucchero c’è, ma in dosi ben sparpagliate, e il dramma – si parla di divinità greche, insomma! – viene spesso ammansito da sarcasmo e staffilate di praticità.

 

la chiave di Poseidone

La Chiave di Poseidone
Thalia Mars
2014